Il Parco di Villa Grey a Forte dei Marmi

0
14900
Sgombro marinato

La Versilia si fregia di una nuova tavola d’autore: il Parco di Villa Grey.

Ai fornelli il carrarino doc Nicola Gronchi, in precedenza capo cuoco al Bistrot di Forte dei Marmi.

A pochi giorni dall’apertura la sua cucina è già ben a fuoco: i piatti sono pieni di sapore, equilibrati, con l’ingrediente principale sempre in primo piano.

Spettacolari le cotture del rombo chiodato, dal morso saldo e succoso, della triglia che gioca sulla sensazione del cotto non cotto, e dello sgombro marinato (e scottato) che regala una esplosione di gusto.

I bottoni di astice blu, calamaretti spillo, emulsione di fegato di calamaro e consommé di astice è un primo piatto da far sobbalzare sulla sedia: consistenze e sapori da applauso.

Gli spaghetti aglio e olio con gamberi biondi cotti e crudi, polvere di olive e bottarga sono il trionfo della gola, senza togliere incisività ad una complessità che si dipana in dettagli cangianti.

Deliziosa la panna cotta alle fragole.

Siamo già di fronte ad una grande cucina che, al netto di sviste e ritardi da parte “des inspecteurs”, farà brillare il cielo della Versilia con una stella in più.

___§___

Lorenzo Coli

Nasce fra mari e monti e cresce negli anni Ottanta, coerentemente, fra pizze e pastasciutte “mari e monti”, mostrando fin da subito un indistruttibile appetito. Studia fra Viareggio e Camaiore ed eccelle in oratoria e linguistica. Stanco del non apprezzamento vola in terra d’Albione, lì dove esplode la sua passione gastronomica. In uno studio sociologico dell’Università di Oxford viene coniata una nuova categoria da lui ispirata: i “gastrosexuals”. Torna a casa, mette su famiglia (orgogliosamente), si annoia un po’ finché non incontra il suo maestro Miagi. Grazie a lui riunisce i suoi interessi di natura orofaringea e inizia a produrre le sue prime riflessioni sul cibo. Il bello è che persevera!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here