Anteprima vini di Toscana 2024: la Maremma del Morellino e del Montecucco

0
299

Quello del Morellino, Doc dal 1978 e Docg dal 2007, è un territorio che si estende su 65mila ettari di cui 1500 vitati. Il grosso appartiene ai comuni di Magliano e Grosseto, più prossimi al mare, e a quello di Scansano, più lontano. E’ in parte pianeggiante ma soprattutto collinare, con altitudini massime che si attestano sui 550 metri sul livello del mare. Nell’uvaggio ammesso dal disciplinare, oltre al sangiovese, trovano posto i tradizionali canaiolo, ciliegiolo, colorino, malvasia e alicante (particolarmente acclimatato in Maremma) e poi merlot, cabernet sauvignon e syrah. La produzione si attesta sui 10milioni di bottiglie l’anno che rimangono in Italia per l’80% e trovano in Germania e Svizzera i migliori importatori europei e gli Usa fra gli extraeuropei.

Chi ha vissuto gli eroici anni ’90 del vino italiano orgogliosamente risorto e con le ali del successo ai piedi, si ricorda come la Maremma fosse vista con gioia come “la California della Toscana”. Ossia quella terra nella quale grazie al clima generoso l’uva non aveva problemi di maturazione, anzi, ed era quindi la naturale sorgente di vini densi e opulenti, pieni della dolcezza di frutto, densità e morbidezza a go-go che andavano incontro alle predilezioni e ai gusti della critica enologica nostrana e non. Oggi è molto diverso, e si incontrano spesso vini con un piacevole combinazione di leggerezza, freschezza ed eleganza. Addirittura, grazie ai suoi tannini naturalmente dolci e fini, il Morellino può essere un rosso che regge bene le temperature basse e che quindi essere apprezzato nella stagione calda.

E poi c’è la Maremma del Montecucco: più ombrosa, montana, con il mare più lontano e l’Amiata che incombe. Questa è terra di rossi carnosi e profondi, magari talvolta impegnativi ma i cui produttori spesso sanno ben gestire la loro ingente materia grazie a profili dinamici e di bella energia.

Appunti di degustazione

Morellino di Scansano 2023

Alberto Motta
Intenso ed elegantemente espressivo, all’olfatto si libra leggero anche su note floreali. In bocca è gustoso, equilibrato e fresco, di ampiezza eccezionale. Alla lunga vira verso un carattere più improntato alla maturità del frutto.

Antonio Camillo
Naso elegante e ampio, giocato sul frutto leggero. Bella scorrevolezza e trama piacevolmente increspata nel finale arricchito da sensazioni di erbe aromatiche.

Cantina La Selva
Naso arioso e fine; compatto al palato dove esprime un bel frutto, è equilibrato, e va in progressione verso un bel finale vibrante.

Roggiano – Cantina Vignaioli Scansano
Al naso un frutto di bosco piacevole e persistente; in bocca è coerente, e aggiunge una dolcezza innegabile e un tannino fine.

Roggiano Bio – Cantina Vignaioli Scansano
Più arioso e persistente, fresco ed elegante. Leggero, succoso e con un bel rilancio nel finale.

Vignabenefizio – Cantina Vignaioli Scansano
Ad una buona eleganza aggiunge profondità in un olfatto che prelude ad una beva piena e voluminosa ma anche reattiva e non priva di freschezza.

Fattoria Le Pupille
Colore porpora con evidenti trasparenze; il naso è intenso e marcato da toni affumicati e pirici. In bocca è leggero, fresco e succoso, con una bella persistenza gustativa nel finale.

Morisfarms
Naso elegante, ampio e aperto, e anche di buona profondità. Compatto, con persistenti sensazioni gustative, è concentrato con una equilibrata dolcezza in un finale lungo e dal tannino vibrante.

Poggio Maestrino
Naso fresco e pimpante, ampio e arioso, elegante nell’espressione del frutto fresco e di note floreali. Conferma in una beva di buon impatto, conclusa da un tannino fine e dolce.

Sassato – Provveditore
Naso pieno di frutto di bosco fresco ribadito in una bocca piena, e nella quale emerge alla lunga una decisa maturità nell’espressione gustativa.

Rocca delle Macie – Famiglia Zingarelli
Anche cabernet sauvignon e merlot in questo vino dal colore rubino con qualche cenno di evoluzione, e un naso caratterizzato da frutta rossa affiancata da toni affumicati. Conferma in un palato di buona rotondità; finale fresco.

San Felo
Freschezza a finezza al naso confermata in una beva ampia, leggera sul palato e piacevolmente increspata nel finale saporito.

Santa Lucia
Naso vivo e fragrante, pieno di frutto fresco. Bello anche in bocca dove è da subito increspato, saporito e croccante, e poi con sensazioni di maturità del frutto che segnano il finale.

Terenzi
Colore violaceo impenetrabile e sentori olfattivi di mirtillo, ribes nero e leggera liquirizia. Bocca di bella dinamica, discreto impatto e buona freschezza.

Terre dell’Etruria
Colore rubino trasparente e al naso un frutto rosso affiancato da note affumicate. Al gusto è coerente in una beva leggera, fruttata, e un pochino spigolosa nel finale

Morellino di Scansano Riserva 2021

Alberto Motta
Colore rubino intenso e naso affascinante, ampio e persistente, pieno di frutta rossa e spezie. In bocca partenza fresca, e beva compatta e progressiva che termina percussiva e anche fresca. Rovere ancora da assorbire completamente.

Bruni
Frutta nera, caffè, tostatura importante. In bocca è un vino quasi masticabile.

Cantina La Selva
Frutta rossa e sensazioni boschive al naso; bocca piena e rotonda, che s’allarga e accompagnata da un apporto dolce del rovere.

Riserva Roggiano – Cantina Vignaioli Scansano
Bel colore rubino e un opulento frutto rosso maturo in un naso persistente; carattere più fresco in una beva succosa, saporita e leggera nel finale.

Riserva Sicomoro – Cantina Vignaioli Scansano
Colore porpora intenso, e ancora un frutto maturo qui affiancato da toni balsamici e ribadito in una beva corposa, vellutata, ampia e saporita.

Fattoria Le Pupille
Naso fine e levigato che propone con bella persistenza un bel melange di frutti di bosco assieme a toni liquiriziosi. Bocca fresca, leggera ampia e dissetante chiusa da vibrazioni finissime nel finale.

Morisfarms
Colore porpora fitto, e naso dominati dalla confettura di frutta nera e prugna matura. Bocca compatta, concentrata e con un bel rilancio finale.

Santa Lucia
Colore violaceo intenso e fitto. Al naso esprime una confettura di frutta rossa intensa e persistente, e in bocca mostra un carattere più agile e spigliato, è fresco e succoso, ed è concluso da un bel tannino fine.

Val delle Rose – Tenute della Famiglia Cecchi
Colore violaceo fitto; il naso è dominato da toni di frutta nera matura con cenni di grafite. In bocca è coerente, riuscendo a non essere pesante né “ingombrante”.

Rossi di Maremma: il sangiovese

Maremma Toscana Rosso Bio Sinarra 2019 – Fattoria di Magliano
Al naso esprime una piacevole confettura di frutta rossa. In bocca è subito reattivo, di carattere più fresco, e leggero sul palato. Bel finale.

Maremma Toscana Sangiovese Barbaspinosa 2019 – Morisfarms
Frutto rosso espressivo affiancato da toni boschivi in un bell’olfatto ampio. La beva è fresca, scorrevole, e delicatamente fruttata.

Maremma Toscana Sangiovese Ovvia 2019 – Poggio Levante
Ad un buon frutto rosso levigato si aggiungono toni fumé. In bocca è espressivo fin dall’ingresso e nella beva si avvertono nerbo e freschezza. In un finale forse inferiore alle attese il rovere è in evidenza.

Maremma Toscana Sangiovese Bio Baciolo 2019 – Valdonica
Un buon assetto olfattivo è confermato da una beva vibrante e saporita. Finale in allungo espressivo.

Rossi di Maremma: il ciliegiolo

Maremma Toscana Ciliegiolo Bio Rino 2022 – Alberto Motta
Molto elegante al naso, dove è fresco e speziato. Reattivo al palato confermando un carattere di bella leggerezza.

Maremma Toscana Ciliegiolo Bio Vigna Monte Calvo 2022 – Sassotondo
Bella scia speziata in un naso di spiccata finezza. Beva gagliarda, leggera e un tannino pungente a contrastare un finale saporito.

Maremma Toscana Ciliegiolo Bio Vigna San Lorenzo Calvo 2020 – Sassotondo
Profondità in un naso coinvolgente pieno di frutto nero. Anche qui non manca la freschezza, unita a energia e dinamismo.

Montecucco

Montecucco Sangiovese Carta Canta 2020 – Basile
Ad un naso levigato e piacevole segue una bocca vellutata, fresca, con una beva che sfoggia una gran bella tensione gustativa.

Montecucco Sangiovese Montenero 2019 – Montenero
Colore rubino con belle trasparenze. Naso lieve e beva fresca, spontanea, piacevole.

Montecucco Sangiovese Podere Montale 2019 – Podere Montale
Naso di spiccata carnosità ma allo stesso tempo di piacevole spigliatezza, che è poi il carattere di una beva succosa e leggera, e che poi chiude in grande rilancio espressivo.

Montecucco Sangiovese Istrico 2019 – Villa Patrizia
Colore porpora giovanile; naso carnoso, profondo, persistente e beva di grande spessore, progressiva, che arriva ad un finale connotato da caratteri di maggiore dolcezza.

Montecucco Sangiovese Orto di Boccio 2019 – Villa Patrizia
Intenso, profondo al naso. La bocca è nervosa e reattiva e al tempo stesso compatta, concentrata e saporita.

Montecucco Sangiovese Riserva Ad Agio 2018 – Basile
Naso gentile, delicato, elegante, che esprime un carattere ribadito da un palato fresco e leggiadro.

Montecucco Sangiovese Riserva Poggio Lombrone 2018 – Collemassari
Olfatto profondo e ricco. E’ subito saporito in una bocca fresca, piacevolmente increspata e dinamica. Finale di grande energia e di lunghezza stratosferica.

Montecucco Rosso Riserva Collemassari 2019 – Collemassari
Un bel frutto rosso caratterizza un naso aperto e persistente. Bocca coerente e schietta, che va in progressione terminando con un tannino fine in un finale dal bel rilancio gustativo all’insegna della maturità dei toni.

Riccardo Farchioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here