Eubiochef per ANT. Grandi chef e Silosò, un Aleatico da ricordare

0
10261

Bella la serata di beneficienza a favore dell’onlus ANT (Assistenza Nazionale Tumori), associazione attiva da oltre 40 anni. Nel foyer del Gran Teatro Puccini di Torre del Lago (LU) oltre 150 persone hanno partecipato a questo evento di finanziamento e divulgazione. Canto, musica, ballo e buon cibo, con tre pezzi forti della ristorazione toscana alla prese con la cucina eubiotica: Cristoforo Trapani del Ristorante La Magnolia di Forte dei Marmi, Maurizio Marsili del Pesce Briaco di Lucca e Giuseppe Mancino, chef al Piccolo Principe di Viareggio.

Pasta e fagioli per iniziare, una mmesca francesca alla maniera napoletana arricchita da frutti di mare, l’idea di Trapani che ama coniugare i piatti della sua terra di origine con quelli della tradizione toscana.

Poi una delicata zuppa di mare, quasi un cacciucco leggero, sempre nella linea del cibo buono e salutare. Linea da sempre sposata da Marsili, insieme all’esaltazione del pesce “dimenticato”, cotto alla perfezione (sottovuoto e bassa temperatura) per soprendere gli astanti che difficilmente avevano già un misto così variegato di sapori e consistenze, dal polpo al cefalo, dalla razza alla gallinella.

Infine il dessert curato da Mancino, una delicatissima spuma al Vin Santo arricchita da cioccolato fondente e da un misto di granella di mandorle e scorzette d’arancia. Una grande levità, una consistenza quasi eterea, in abbinamento ad un vino di altrettanta eleganza, Silosò 2017, Elba Aleatico Passito di Arrighi. Tanta complessità aromatica in una silhouette scattante e beverina, ciliegia, tamarindo, erbe aromatiche, e quel soffio di mediterraneità che ci si attende da un vino nato sull’isola regina dell’arcipelago toscano.

 

Luca Bonci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here