27-28/5: a Bari “I sensi del vino”

0
1164

Tutto pronto per il primo simposio del vino di Bari, dal titolo “I sensi del vino”, che si terrà il 27 e il 28 maggio nella sala conferenze del Palazzo dell’Acqua (via Salvatore Cognetti, 36 – ingresso libero fino ad esaurimento posti). Due giorni alla scoperta delle eccellenze vitivinicole pugliesi, del loro stretto legame con la cultura e del loro ruolo fondamentale nella valorizzazione dei territori con Dino Abbrescia, Paola Saluzzi, Gabriele Romagnoli, Marianna Aprile, Barbara Sgarzi e tanti produttori dalle cantine pugliesi.

Nato da un’idea di Stefano Costantini, “I sensi del vino” è un progetto di Elastica con la collaborazione di Alibertà, con il supporto di Acquedotto Pugliese, il contributo di Teatro Pubblico Pugliese Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura nell’ambito di Puglia Promozione e il patrocinio del Comune di Bari.

“Il vino è cultura”, questa la tesi alla base della due giorni pugliese che vedrà alternarsi nell’Auditorium del Palazzo dell’Acqua, personalità dal mondo dello spettacolo, giornalisti, produttori, imprenditori dal territorio. “Il vino è arte” e “Il vino è territorio” i corollari al messaggio lanciato attraverso la manifestazione, in una riflessione che non rinuncia allo spirito di intrattenimento, ma vuole andare a fondo, grazie anche ai numerosi incontri e alle tavole rotonde che coinvolgeranno “osti d’eccezione” e invitati dalle cantine pugliesi.

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

Si parte sabato 27 maggio alle 16, con l’apertura ufficiale dei lavori e i saluti del sindaco di Bari Antonio Decaro, con Stefano Costantini, ideatore della rassegna. Seguirà il panel “Chilometro Zero”, un excursus sulla filiera della produzione di vino in Puglia con Stefano Zorzi, presidente della Fondazione Pino Pascali e socio della Cantina Storica del Cardinale; Piernicola Leone de Castris, erede della Cantina Leone de Castris, tra le eccellenze ultracentenarie italiane; Alberto Longo, produttore vini e bollicine pugliesi nel territorio di Lucera; Gaetano Marangelli fondatore della Cantina Menhir Salento, brand noto nel mondo. Condurrà l’incontro un’oste d’eccezione, Paola Saluzzi, giornalista e volto di Tv2000 (ore 16.15).

Seguirà l’appuntamento “Leggiamo il vino” con la presentazione del libro “Vino, donne e leadership” (Editore Il Sole24Ore, 2022) con l’autrice Barbara Sgarzi (in collegamento) in dialogo con Stefano Costantini (ore 17.45).

Seguirà la tavola rotonda “Raccontare il vino” per esplorare l’evoluzione del mondo della comunicazione enogastronomica, tra carta stampata, quotidiani online e social network. Interverranno, Domenico Castellaneta, caporedattore Repubblica Bari; Michele Pennetti, caporedattore Corriere del Mezzogiorno; Enrica Simonetti, caposervizio Gazzetta del Mezzogiorno; Michele Peragine, giornalista TGR Rai Puglia, già componente del GIST, Gruppo di specializzazione della stampa turistica di FNSI) e presidente di AGAP (Associazione giornalisti agroalimentare Puglia); Annamaria Ferretti, direttrice Edicola del Sud, con la moderazione di Stefano Costantini(ore 18).

Venerdì sera, riflettori puntati su “Incontri ravvicinati pugliesi”, con Dino Abbrescia, attore di teatro e volto di numerose pellicole a fianco di Checco Zalone. In conversazione con Stefano Costantini, Abbrescia sarà il protagonista di una chiacchierata dapprima comica e surreale, che lascerà poi spazio al racconto del territorio, del suo rapporto con il vino e con la cultura enologica (ore 19.30).

Domenica è la volta de “Il vino è donna!”, un momento di riflessione e approfondimento insieme ad alcune delle figure femminili più importanti del mondo del vino e dell’enologia italiana e internazionale. Condotto dall’oste Marianna Aprile, firma di Oggi e voce di Radio Rai 1, il panel vedrà gli interventi di Francesca Portincasa, direttrice generale Acquedotto Pugliese; Marianna Cardone, vicepresidente Le Donne del Vino; Renata Garofano, delegata regionale pugliese Le Donne del Vino e produttrice vitivinicola per l’azienda Garofano Vigneti e Cantine di Copertino; Marika Maggi, produttrice per la Cantina La Marchesa di Lucera; Romina Leopardi, direttrice marketing e comunicazione Tenute Rubino (ore 11).

Seguirà la tavola rotonda, “Per fare il vino serve (meno) acqua”, per tracciare il punto sulla sostenibilità della filiera vitivinicola in Puglia. Vito Palumbo, responsabile della comunicazione di Acquedotto Pugliese, e Vito Palumbo, brand manager della tenuta Tormaresca di Marchesi Antinori, si confronteranno sul tema. Conduce l’incontro e intesse il racconto Gabriele Romagnoli, firma di Repubblica (ore 12).

 

 

“I SENSI DEL VINO”, BARI | 28-28 MAGGIO 2023

Palazzo dell’Acqua (via Salvatore Cognetti, 36)

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti

L'AcquaBuona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here