Duca Carlo Guarini, un’azienda in palpitante fermento

0
11521

Abbiamo fatto la sua conoscenza al Vinitaly, al Taste&Press, un incontro pensato dal Movimento del Turismo del Vino della Puglia per far conoscere alla stampa le aziende regionali meno blasonate, ma di spiccato interesse. Dell’azienda salentina Duca Carlo Guarini ci hanno colpito molte cose come la dinamicità, la voglia di fare, oltre che la qualità dei prodotti ed alcune stuzzicanti novità: dalla cantina è appena arrivato un nuovo passito, Ambra, ottenuto da uve Sauvignon Blanc, mentre da quest’anno la tenuta ha aperto all’ospitalità ed inaugurato, all’interno della storica residenza, alcune stanze dedicate ai visitatori che vogliono accarezzare con mano le ricchezze aziendali.

Da Pasqua, infatti, la dimora settecentesca, a Scorrano, in Provincia di Lecce, è un luogo vivibile a 360°, dove si può godere del parco copioso di agrumi, palme, piante esotiche, antichi roseti e fontane e di tutte le prelibatezze enogastronomiche. Dalla fine di maggio un’originale iniziativa dà la possibilità, inoltre, a chi amante della natura, di trascorrere un’intera giornata all’aria aperta in compagnia di gustosi prodotti: si chiama Wine, oil and bike, ed è una cicloescursione nella campagna salentina, tra Scorrano, Maglie e Supersano, dove si succedono alla vista ulivi millenari, masserie, chiese e palazzi storici del territorio. La pausa pranzo nella cantina Guarini è pensata ad hoc per poter offrire ai partecipanti un gustoso ventaglio di creazioni aziendali: non solo olio e vino, ma anche formaggi e prodotti della linea agroalimentare Le Masserie del Duca che vanno dalle creme di verdure ai carciofi, alle olive, ai peperoni, alle cipolle, fino ai pomodori secchi, ai legumi ed alle passate di pomodoro.

L’azienda, infatti, oltre al vino ed all’olio, dedica parte delle sue energie alla coltivazione di ortaggi e di cereali, all’allevamento di ovini nelle masserie di Francavilla e Calò e, da non molto tempo a questa parte, alla produzione casearia costituita da formaggi freschi, ricotta e pecorini stagionali. Ma l’azienda punta soprattutto al nettare di Bacco: accanto alla novità Ambra incontriamo il Rarum 2006, un passito ottenuto da uve negroamaro e malvasia nera, che, sebbene al naso non susciti troppe emozioni, si fa amare per la buona acidià e per i tannini vivaci che lo rendono fresco, beverino ed accattivante. Il Rarum è ciò che vogliamo definire un vino da dessert moderno, dal finale leggermente amaro e dalla spiccata sapidità.

Tra Lecce e Brindisi, nella tenuta Putri, sempre di proprietà di Duca Carlo Guarini, sorgono i vigneti di negroamaro e di malvasia nera che danno vita, con percentuali dell’85% e del 15%, al rosato Campo di Mare 2008: al naso affiora un inebriante odore di salmastro, affiancato da note di fragola, rosa, piccoli frutti rossi. In bocca dimostra grande equilibrio e sinergia con i profumi: si rivela un prodotto dalla bella sapidità, lungo, con finale ammandorlato che, insieme al sapore tenue della fragola, ne decreta la freschezza e la versatilità. Il Boemondo, vino dal nome imperioso, specchio anche della sua solida e forte struttura, è il Primitivo punta dell’azienda: nell’annata 2005 mostra un bouquet intenso, tassellato di spezie, piccoli frutti rossi, marasca e viola. Al palato si evidenzia quel 30% di uve appassite atte a conferire maggiore spessore ad un vino che si ricorda per il corpo caldo, avvolgente e  vigoroso.

Azienda Agraria Duca Carlo Guarini
Largo Frisari, 1
73020 – Scorrano (LE)
Tel: 0836-460288
Fax: 0836-460288
www.ducacarloguarini.it

Roberta Perna

Roberta Perna (perna@acquabuona.it): del cibo e del vino non potrei proprio farne a meno ed è così che sulle mie due più grandi passioni ho costruito il mio lavoro e la mia vita. Sono socia di Studio Umami (www.studioumami.com) e titolare di Roberta Perna (www.robertaperna.it), due agenzie specializzate nell’ufficio stampa, nella comunicazione e nell’ideazione ed organizzazione di eventi enogastronomici, sono giornalista pubblicista e sommelier diplomata Fisar. Collaboro da anni con diverse testate di settore come Bargiornale e Ristoranti Imprese del Gusto ed ho due blog, uno che si chiama Roberta Perna ed uno, fondato con altre colleghe giornaliste, “Alla nostra portata”. Insieme a Studio Umami organizzo Life of Wine, evento degustazione dedicato solo alle vecchie annate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here