I vini della Fattoria di Statiano

0
2894

Siamo nella provincia di Pisa, un territorio dalle mille facce e dalle tante vocazioni, collinare e che “sente” il mare. Una delle zone più incontaminate e naturali è quella meridionale della val di Cecina, dove più che glamour  si può trovare una fantastica conservazione nel tempo della campagna e dei borghi, spesso fuori dai circuiti turistici più scontati.

I tanti boschi, fonti di biodiversità, sono il contorno ideale di aziende agricole che vogliano “estrarre” dalla natura prodotti senza perturbarla ma assecondandone la vocazione
Come la Fattoria di Statiano, biologica, anche agriturismo, che comprende una ventina di ettari di bosco e una quarantina coltivati per produrre cereali, verdure, olio d’oliva e, naturalmente, vino. Nei vigneti uve rigorosamente autoctone (sangiovese, canaiolo, vermentino) su un classico terreno di medio impasto dalla esposizione “fresca” a nord est, come sono indigeni i lieviti per le fermentazioni.

Lo Statiano 2020 (che fa parte della piccola Igp Montecastelli) è un sangiovese dalla colorazione intensa e dall’olfatto espressivo che spazia dalla frutta nera, alla spaziatura, a note di terra. È un vino “materico”, polposo, che sopporta con bravura i suoi 14.5% di alcol.

La bella sorpresa arriva poi da un “pet-nat”, ossia da un vino frizzante ottenuto dalla fermentazione che avviene in parte in bottiglia. È il Rosolaccio 2021, sangiovese “in rosa”, dalla “bolla” energica e viva, un olfatto leggero e comunicativo che va dalla rosa all’arancia sanguinella, e una presenza in bocca piena e vibrante.

Fattoria di Statiano
Località Micciano Strada Provinciale n° 47 – Pomarance (PI)
Tel. 0588 61153
www.agriturismostatiano.com

Riccardo Farchioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here